Skip to content

24/3/2017 – Mi chiamo Aram e sono italiano –

La rassegna “contrAZIONI prosegue  al Comunale di Monfalcone , venerdì 24 marzo alle 20.45, con Mi chiamo Aram e sono italiano, lo spettacolo che vede protagonista Aram Kian, scritto insieme a Gabriele Vacis: il ritratto tipico di un trentenne italiano, ma se il trentenne in questione si chiama Aram e ha un padre iraniano, le cose si complicano un po’…
In bilico fra incanto, ironia e tragedia, Mi chiamo Aram e sono italiano racconta la storia dei nuovi italiani, i figli degli immigrati, le cosiddette “seconde generazioni”, e attraverso la voce di Aram Kian, protagonista di questa storia e del monologo, offre uno sguardo al futuro di una società che sta imparando a dare un significato all’aggettivo “multietnico”.
Nell’ambito della rassegna “Dietro le quinte”, organizzata dal Comune e dall’ Associazione Per il Teatro di Monfalcone, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, alle 19.00 al Bar del Teatro, avrà luogo un incontro con Laura Blasich e Katia Bonaventura, curatrici del progetto “Per la seconda generazione”, dedicato a Monfalcone; coordina l’incontro Roberto Franco (Associazione Culturale Etra).

Categoria:Notizia