Salta al contenuto

Archivio per il periodo: novembre 2018

Il mondo di Giuseppe Tartini- L’arte dell’arco

Dietro le Quinte – 30/11/2018 – Federico Guglielmo, violino e co-fondatore dell’ensemble “L’arte dell’arco” e Diego Cantarutti, tiorba ( presente nel foyer e sul palco, ma non preventivamente annunciato)  ci hanno parlato del programma della serata , dal significativo titolo “ Il mondo di Giuseppe Tartini : maestri, amici e rivali. E quindi, oltre che del grande musicista di Pirano, definito “punto di partenza per le generazioni successive”, anche del suo maestro, Arcangelo Corelli, definito “punto di arrivo”, così come del rivale, Francesco Maria Veracini e dell’inseparabile amico Antonio Vandini. Il progetto  “Tartini 2020”, del quale il concerto fa parte,  quale azione più importante dei molti eventi  celebrativi dell’anniversario dei  250 anni dalla morte , prevede, entro il 2025, l’edizione critica delle opere complete del grande musicista, delle quali, diversamente che per Vivaldi, esistono solo edizioni frammentarie. Per mano, oltre che dei due musicisti citati, anche di Francesco Galligioni, al  violoncello e Roberto Loreggian, al  cembalo, abbiamo poi assistito ad un concerto di estremo interesse e grande raffinatezza esecutiva, al quale un pubblico certamente competente ha prestato attento ascolto.  Come bis, una ripresa della sonata  “pastorale” di Tartini….anche quale dichiarato omaggio al clima pre natalizio.

 

 

Dietro le Quinte – Novecento –

Dietro le Quinte – 28/11/2018 – Roberta Sodomaco, ispirata, a tratti anche lievemente maliziosa e divertita, ci ha raccontato “ Novecento” , le cui parole chiave, ci ha detto, sono “ seduzione, desiderio e piacere”. Seduzione …raccontare una storia equivale a creare una relazione , condurre a sé, separandoti dal resto del mondo. Desiderio….tanti i desideri : quello dell’interprete, Eugenio Allegri, che ha chiesto un testo con il quale cimentarsi nell’arte del monologo, quelli dei migranti e dei passeggeri che sulla nave viaggiano verso una mitica America. Piacere….fra tutti, quello,  tutto estetico, di Novecento nel fare musica. Roberta ci ha raccontato anche del lungo, fertile sodalizio tra Alessandro Baricco, Gabriele Vacis ed Eugenio Allegri e molto altro ancora. Sul palco, Allegri si è dimostrato  interprete di mostruosa bravura ed assoluta padronanza del testo, che d’altra parte , scritto apposta per lui, sta recitando da quasi 25 anni. Un lavoro di sperimentazione, insomma, che ha dato inizio al teatro di narrazione in Italia, diventato ormai un classico. Uno spettacolo perciò molto adatto, ci ha detto Roberta, per inaugurare la rassegna di quest’anno di AltroTeatro, che, appunto, ”  la ricerca ed il classico” vuole armonizzare. Pubblico numeroso e plaudente. Il 29 si replica.

 

“Tartini2020”: non solo virtuosi!

Il mondo di Giuseppe Tartini: maestri, amici e rivali è il suggestivo titolo del concerto che al Teatro Comunale di Monfalcone vede protagonista, venerdì 30 novembre alle 20.45, il trio L’Arte dell’Arco (Federico Guglielmo al violino, Francesco Galligioni al violoncello e Roberto Loreggian al clavicembalo), dedicato al padre del violino italiano e ai musicisti legati alla sua figura: Corelli, Vandini e Veracini.
Il concerto, che fa parte del progetto celebrativo nazionale “Tartini2020”, offre un’immagine del virtuosismo lontana dallo stereotipo del fenomeno da baraccone.

Alle 20.00, al Bar del Teatro, nell’ambito di Dietro le Quinte, rassegna organizzata dal Comune e dall’Associazione Per il Teatro di Monfalcone, con il contributo della Fondazione Ca.Ri.Go., avrà luogo una breve presentazione del concerto a cura di Federico Guglielmo, violino de L’Arte dell’Arco.

28-29 novembre 2018 – Novecento –

MERCOLEDÌ 28, GIOVEDÌ 29 NOVEMBRE 2018 ORE 20.45 al teatro Comunale di Monfalcone Novecentodi Alessandro Baricco
regia di Gabriele Vacis
con Eugenio Allegri
scenografia e luci di Lucio Diana e Roberto Tarasco
costumi di Elena Gaudio
Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale / Art Quarium

alle h. 20. al bar del teatro, nell’ambito di Dietro le Quinte, incontri organizzati dal Comune e dall’associazione Per il Teatro di Monfalcone, con il contributo dellla Fondazione Ca.Ri.Go, Roberta Sodomaco presenta lo spettacolo al pubblico. Non mancate !

Dietro le Quinte – Elena Nefedova e Federico Gon

Dietro le Quinte – 16/11/2018 – Elena Nefedova e Federico Gon – Nel foyer del Comunale di Monfalcone, prima del concerto, Federico Pupo, direttore artistico per la musica, ha intrattenuto un amabile, interessante dialogo con la pianista ed il compositore, indirizzandolo  in particolare su questi due ruoli , sui rapporti che intercorrono tra di loro e tra loro e la musica più in generale.  In sala abbiamo apprezzato una interprete elegante e rigorosa , che ci ha offerto un programma variegato, nel quale il suggestivo lavoro di Federico Gon si è inserito egregiamente. Bravi  entrambi. Grazie a tutti e tre.

 

Elena Nefedova al comunale di Monfalcone – 16 novembre 2018

16 novembre 2018 h. 20.45 : Elena Nefedova, giovane pianista russa ( premio Venezia 2016) si esibisce a Monfalcone per “‘900 & oltre”  e , prima del concerto, alle h. 20 nel bar del foyer del teatro , nel contesto di Dietro le Quinte, rassegna organizzata dal Comune e dall’Associazione Per il Teatro di Monfalcone ( con il sostegno della Fondazione Ca.Ri.Go.) incontra il pubblico assieme a Federico Gon, compositore della nostra regione al quale il teatro ha commissionato un pezzo che viene eseguito in prima assoluta. In programma :

Franz Schubert (1797 – 1828)
Sonata in la maggiore D 664

César Franck (1822 – 1890)
Preludio, Corale e Fuga

***

Leonid Desyatnikov (1955)
Reminiscenze del Teatro

Federico Gon (1982)
Istà
(prima esecuzione assoluta, commissionata dal Teatro Comunale di Monfalcone)

Manuel de Falla (1876 – 1946)
Fantasía bética

Dietro le Quinte : Margherita ed “Il Maestro e Margherita“ nel foyer

Margherita De Michiel , prima di condurci sapientemente in un’affascinante (ed affascinato) viaggio nella Mosca di Michail Bulgakov, ha precisato che, a proposito di quello che lei stessa ha definito “il libro” ( quello che si porterebbe sull’isola deserta) , più che „saperi“ ci avrebbe trasmesso „ sapori“. E la passione con cui lo ha fatto ne è stata sicura testimonianza. Noi, alla fine, ci siamo sentiti arricchiti in entrambi gli aspetti (cioè sia saperi che sapori). Grazie ! A proposito dello spettacolo, ci è parsa sicuramente riuscita la coraggiosa impresa di mettere in scena un romanzo complesso fino all’impossibile. Pubblico catturato da quanto di incredibile accadeva sulla scena e sempre attento, nonostante le quasi tre ore di durata della rappresentazione. Molti gli applausi. Il 14 si replica.

Il Maestro e Margherita

La stagione di prosa al Comunale di Monfalcone prosegue, martedì 13 e mercoledì 14 novembre 2018 alle 20.45, con  Il Maestro e Margherita. A dare vita alle perturbanti pagine di Bulgakov è uno straordinario gruppo di attori capitanato da Michele Riondino. Alle 20.00, al Bar del Teatro, nel contesto di Dietro le Quinte, incontri organizzati dal Comune e dall’associazione Per il Teatro di Monfalcone, con il contributo della Fondazione Ca.Ri.Go, avrà luogo una breve presentazione dello spettacolo a cura di Margherita De Michiel, docente di Lingua e Letteratura Russa all’Università di Trieste.

Romanzo dai colori febbrilmente accesi, Il Maestro e Margherita trova nella riscrittura scenica di Letizia Russo il senso dell’opera di Bulgakov, la critica radicale al modello sovietico.
Il risultato è un racconto amaro ma divertente, al confine fra il varietà più spinto e la riflessione filosofica, di grande forza scenica.

Omaggio a Ennio Morricone

10 novembre 2018 ore 20.45Omaggio a Morricone – al Comunale di Monfalcone – nella ricorrenza del 90° compleanno del maestro, a festeggiarlo è la tromba preferita da Ennio Morricone, quella di Mauro Maur, che ha legato parte della sua prestigiosa carriera al mondo del cinema; insieme a lui, la pianista Françoise de Clossey e l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta diretta da Marco Titotto, con un programma che ripercorre alcuni momenti della storia del cinema attraverso le musiche (di Morricone ma anche di Nino Rota e Piero Piccioni).

Alle 20.00, al Bar del Teatro, nell’ambito di “Dietro le quinte”, incontri organizzati dal Comune e dall’Associazione Per il Teatro di Monfalcone, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, avrà luogo una breve presentazione del concerto: Federico Pupo, direttore artistico della stagione musicale, dialogherà con gli artisti.