Salta al contenuto

Il mondo di Giuseppe Tartini- L’arte dell’arco

Dietro le Quinte – 30/11/2018 – Federico Guglielmo, violino e co-fondatore dell’ensemble “L’arte dell’arco” e Diego Cantarutti, tiorba ( presente nel foyer e sul palco, ma non preventivamente annunciato)  ci hanno parlato del programma della serata , dal significativo titolo “ Il mondo di Giuseppe Tartini : maestri, amici e rivali. E quindi, oltre che del grande musicista di Pirano, definito “punto di partenza per le generazioni successive”, anche del suo maestro, Arcangelo Corelli, definito “punto di arrivo”, così come del rivale, Francesco Maria Veracini e dell’inseparabile amico Antonio Vandini. Il progetto  “Tartini 2020”, del quale il concerto fa parte,  quale azione più importante dei molti eventi  celebrativi dell’anniversario dei  250 anni dalla morte , prevede, entro il 2025, l’edizione critica delle opere complete del grande musicista, delle quali, diversamente che per Vivaldi, esistono solo edizioni frammentarie. Per mano, oltre che dei due musicisti citati, anche di Francesco Galligioni, al  violoncello e Roberto Loreggian, al  cembalo, abbiamo poi assistito ad un concerto di estremo interesse e grande raffinatezza esecutiva, al quale un pubblico certamente competente ha prestato attento ascolto.  Come bis, una ripresa della sonata  “pastorale” di Tartini….anche quale dichiarato omaggio al clima pre natalizio.

 

 

Categoria:Galleria Fotografica