Salta al contenuto

Caruso Passione 2.0

 

Dietro le Quinte – 18 gennaio 2019 –  come sempre per gli appuntamenti di AltroTeatro , Roberta Sodomaco ci ha introdotto allo  spettacolo della compagnia Mvula Sungani Phisical Dance ( già presente a Monfalcone la scorsa stagione), che definire di danza sarebbe riduttivo.  “Contaminazioni”, infatti ci ha detto, è la parola chiave di “ Caruso Passione 2.0 “ e tale termine, a sua volta, è  declinazione di incontro-confronto-integrazione. Il teatro, ha proseguito con passione, è luogo d’eccellenza di incontro della comunità e quindi di integrazione. La storia ed il percorso artistico di Sungani  e della sua compagnia lo sono , la phisical dance integra basi classiche e danza contemporanea e lo spettacolo di stasera mescola i generi, anche musicali.  Il film/documentario  di Turturro, “Passione “ dal quale, assieme al “Caruso” di Lucio Dalla, esso  trae ispirazione, condivide l’idea  che la multiculturalità generi opere artistiche nuove ed uniche e che ciò non neghi, ma anzi generi, le tradizioni. Abbiamo poi assistito ad una spettacolare e coinvolgente  performance atletica ed artistica ( straordinaria Emanuela Bianchini) della quale Napoli e la sua musica ( ma anche un “ E lucevan le stelle”, pezzo di musica non napoletana, ma popolare sì, perché l’opera lirica lo è…e tanto più se cantata da Caruso in persona)  con tutte le sue meraviglie e contraddizioni, è protagonista assoluta.  Pubblico  numeroso ed entusiasta.

 

Categoria:Galleria Fotografica