Salta al contenuto

Dietro le Quinte con Riccardo 3, l’avversario

Dietro le Quinte – 22/23 gennaio 2019 – Prima dello spettacolo “ Riccardo 3”– Luisa Vermiglio ce ne ha parlato , iniziando dall’inquadrare  la vicenda di re Riccardo , personaggio che incarna il male in senso universale, nel suo periodo storico , all’ultimo atto della guerra delle due rose. Un lavoro, quello di Francesco Niccolini, liberamente tratto dal Riccardo III di William Shakespeare, con un’operazione che Vermiglio ha definito , fino dal titolo, non banale . Riccardo 3, quindi, non sarebbe Riccardo III, ma pur tuttavia la sua vicenda emerge completamente e Niccolini, autore di molti testi di attualità, non lo attualizza, ma gli fa “ abitare il presente”.  L’ambientazione ( un ospedale psichiatrico o un manicomio criminale) , alcuni oggetti (una siringa, in particolare) raccordano la vicenda del re del passato a quella di un contemporaneo pluriomicida francese, così come descritta nel libro “ L’avversario” di Emmanuel Carrère. La sua , o loro, ( autentica?) conversione e volontà di espiazione rappresenterebbe anche, così,  l’ambiguità del male. Il meccanismo del teatro, secondo la relatrice, funziona perfettamente in questo gioco e sembra abbia funzionato anche nell’opinione del pubblico presente in sala.

Categoria:Galleria Fotografica